Cerca

Parla il premier

Giuseppe Conte: "Via al piano per colmare il divario con il Nord, il 34% dei fondi deve andare al Sud"

28 Dicembre 2019

12

"Questi primi giorni e poco più del nuovo governo siamo stati costretti a correre i cento metri, è stato uno sprint ad ostacoli per mettere il paese in sicurezza, occorreva una manovra seria e responsabile, avevamo il compito di recuperare 23 miliardi per disinnescare l'Iva". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno a Villa Madama. "Sono orgoglioso di aver raggiunto gli obiettivi prefissati e siamo andati oltre", ha aggiunto il premier. 

E ancora: "Dobbiamo lavorare per assicurare un futuro di crescita e maggior respiro a famiglie e lavoratori. Abbiamo 23 punti ambiziosi, alcuni li abbiamo già realizzati e gennaio sarà l'occasione per fermarsi a riflettere, a confrontarsi con le varie forze politiche per rilanciare l'azione di governo". "Anche solo scegliere le misure dal punto di vista temporale, questa tabella cronologica significa già operare scelte politiche nell'interesse dei cittadini e del Paese". 

"Dobbiamo incrementare le infrastrutture, migliorarle e manutenerle in modo efficace. Quello che abbiamo visto fin qui non ci piace affatto: dobbiamo salvaguardare il territorio e rilanciare il Sud, stiamo lavorando a un piano strutturale per il sud, anche con le ferrovie dello stato e dei soggetti coinvolti", ha annunciato Conte: "Vogliamo colmare il divario Nord-Sud", ha aggiunto, "ponendo fine alla annosissima questione meridionale". Di più: "Senza il Sud il nostro Pil non ripartirà mai. Per questo d’ora in poi il 34% della spesa pubblica dovrà essere destinato preventivamente al Sud".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilsognodiunavit

    29 Dicembre 2019 - 12:43

    Le clausole a salvaguardia l'Italia le ha fatte a se stessa, come dire aumentiamo l'IVA per incassare di più e calare il debito, ma se sei creditore di te stesso perché distruggerti per non incassare nulla con tanta fretta in un momento sbagliato. Queste clausole sono demenziali perché sono vere tasse che pagheranno i cittadini che già muoiono per troppe tasse. E poi si chiedono perché fuggono le

    Report

    Rispondi

  • francescobugada

    28 Dicembre 2019 - 17:38

    E' normale, un metodo per andare a caccia di voti e quindi conservare la poltrona. Mi domando, dopo aver letto un articolo sul Fatto Quotidiano non la Padania, come giustifica i 24000 forestali siciliani le spese ad personam degli ultimi 50 anni come si possa insistere su questo tema.

    Report

    Rispondi

  • francescobugada

    28 Dicembre 2019 - 17:32

    ho

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news