Cerca

Sul filo del rasoio

Luigi Di Maio, "una storia che puzza". Ordine agli uomini M5s: "Cosa non dovete fare"

7 Maggio 2019

1

"Questa è una storia che puzza". Luigi Di Maio aggiunge carne al fuoco sul caso di Armando Siri, indagato per corruzione e ora anche a Milano per una palazzina acquistata con soldi provenienti da San Marino e intestata alla figlia.



"Un altro danno all'immagine del governo", spiega il leader del Movimento 5 Stelle che mercoledì in CdM voterà per la revoca delle nomine del sottosegretario leghista ma che ai suoi uomini secondo Repubblica chiede sobrietà: "La Procura ha detto che sulla casa al momento non ci sono ipotesi di reato o indagati, non forzate la mano. C'è un'indagine su corruzione che pesa tantissimo, ci sarebbe di mezzo anche la mafia ed è per questo che Siri deve lasciare". 

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni modena

    07 Maggio 2019 - 09:09

    e dai chi danneggoia molto di piu' l'immagine del governo ?? tu e quegli stronzidel tuo movimento e si sente molta puzza attorno a voi

    Report

    Rispondi

ultime news