Cerca

Beh?

Alessandro Di Battista, altro sfregio a Matteo Salvini: "Costretto a votare il reddito, vittoria M5s"

22 Gennaio 2019

1

Siamo all'evento grillino organizzato per la presentazione del reddito di cittadinanza, per intendersi quello in cui Lino Banfi è stato nominato rappresentante del governo nella commissione dell'Unesco. Tra i presenti sul palco anche Alessandro Di Battista, il quale parla proprio del reddito e rivolge a Matteo Salvini parole assai difficili da digerire. "Io Salvini lo ho incontrato una volta in vita mia, durante un incontro sul mondo del lavoro", premette. "Franco Bechis gli chiese un'opinione sul reddito di cittadinanza, lui era molto scettico, a onor del vero non disse di essere contrario" (contrarietà che il leghista ha poi dimostrato non mostrando l'ormai celeberrimo cartello su cui campeggiava la scritta "reddito di cittadinanza" al termine del Consiglio dei Ministri). Dunque, Di Battista aggiunge: "Aver costretto politicamente la Lega a votare il reddito di cittadinanza è un'altra vittoria e orgoglio per il M5s". Già, "aver costretto" a farlo. E chissà cosa ne pensa Salvini...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Manrico.fr

    Manrico.fr

    26 Gennaio 2019 - 18:48

    Per ragioni politiche salvini ha votato il reddito ma, sono certo, dopo le nuove votazioni che lo porteranno a non dipendere dai fancazzisti, sarà trattato come la legge fornero. 10.000 tutor sarà l'unico sviluppo lavorativo che il carrozzone potrà fare mentre molti divanisti incasseranno fino a che il bluff sarà visto.

    Report

    Rispondi

ultime news