Cerca

Il frondista

Gregorio De Falco, il tradimento del grillino: "Non voto il dl Sicurezza", sfregio a Matteo Salvini

7 Novembre 2018

2

No, l'ammiraglio Gregorio De Falco - giusto per parafrasarlo - "non torna a bordo, caz***". Il senatore grillino, infatti, ha annunciato in aula il suo 'tradimento' al governo gialloverde: lui, il maxi-emendamento sul decreto sicurezza tanto caro a Matteo Salvini, presente in aula, e a tutta la Lega non lo voterà. "Non parteciperò al voto, il testo lede il nostro ordinamento", ha sentenziato. Insomma, De Falco uscirà dall'aula. Proprio come "uscì" dalla Costa Concordia quel Francesco Schettino che De Falco apostrofò nella celeberrima intercettazione durante il disastro: "Torni a bordo, cazz***". De Falco, dunque, si iscrive ufficialmente alla lista dei frondisti pentastellati.

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mobasta

    mobasta

    07 Novembre 2018 - 15:03

    troppo semplice uscire da una nave che affonda...ma altrettanto semplice uscire da un'aula per non votare !!!

    Report

    Rispondi

  • wainer

    07 Novembre 2018 - 12:12

    La colpa sta nella "testa" del Movimento 5*. Hanno caricato sul loro carro chiunque si presentasse, e non hanno capito che "fa più danni un incapace che un disonesto". Ignorando che gli infiltrati di una sinistra allenata dal vecchio PC ed eredi, diventassero effettivi comunisti a 5 stelle". Scompariranno certo! Ma nel frattempo avremo uno o più governi "del presidente" nefasti come al solito!

    Report

    Rispondi

ultime news