Cerca

Piogge incessanti

Maltempo, Italia flagellata da Nord a Sud. Devastazioni in Veneto: "Non bevete l'acqua del rubinetto"

3 Novembre 2018

0

Il maltempo che ha colpito l'Italia in queste ore sta devastando in particolare il Veneto e il Bellunese. Strutture regionali, enti statali e locali e squadre di volontari stanno lavorando incessantemente. "In questo momento abbiamo in campo centinaia di squadre e oltre tremila volontari con specialità di taglio alberi, lavori in quota e movimento terra - spiega il coordinatore delle Unità di crisi, l'assessore regionale alla Protezione civile Gianpaolo Bottacin - e nei prossimi giorni ne arriveranno altre ancora". 

La Regione ha inoltre messo a disposizione 2 macchine operatrici con sollevatori telescopici e, tramite i consorzi di bonifica, sette autocarri con gru e con ragno e cinque escavatori forniti di pinza per taglio alberi e ulteriori 10 squadre sono in arrivo nei prossimi giorni. In giornata è previsto poi l'arrivo delle Colonne mobili regionali della Toscana e delle Province Autonome di Trento e di Bolzano con macchine operatrici, mezzi pesanti e squadre per taglio alberi.  

Soprattutto c'è il problema dell'acqua. Il direttore della Protezione Civile della Regione Veneto Nicola Dell'Acqua ha tracciato un quadro drammatico: 100mila famiglie del Bellunese sono state invitate dal prefetto Francesco Esposito a non bere l'acqua torbida che esce dai rubinetti o di "bollirla per almeno 5 minuti" prima di utilizzarla perché, riporta il Corriere della Sera, secondo l'Usl Dolomitica "non è potabile". Per questo stamattina 3 novembre sono state messe a disposizione anche delle autobotti per acqua potabile che hanno ridotto a poco più di un migliaio le urgenza ancora prive di acqua potabile. "Ancora una volta - conclude Bottacin - abbiamo dimostrato grande sinergia per un ottimo lavoro d'equipe".

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news