Cerca

Stupro e omicidio

Desirée Mariottini, la rabbia di Matteo Salvini contro i clandestini sospettati: "Vermi, la pagherete"

25 Ottobre 2018

2

"Due immigrati clandestini fermati stanotte per lo stupro e la morte di Desirée, altri due ricercati". Matteo Salvini ringrazia le forze dell'ordine per la svolta nel caso della 16enne Desirée Mariottini, la ragazzina drogata, stuprata e uccisa in una baracca di via dei Lucani, nel centralissimo quartiere San Lorenzo di Roma.



"Farò di tutto - promette il ministro degli Interni - perché i vermi colpevoli di questo orrore paghino fino in fondo, senza sconti, la loro infamia". Mercoledì mattina il vicepremier si è recato proprio a San Lorenzo, per deporre una rosa sul luogo dell'orrore, un "inaccettabile buco nero" com'è stato definito dallo stesso Salvini. Un manipolo di antagonisti dei centri sociali l'ha però fischiato, insultato e contestato duramente al grido di "sciacallo". In tanti romani, però, hanno manifestato il sostegno al leader della Lega chiedendo giustizia per Desirée e misure forti contro il degrado romano.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vigar

    25 Ottobre 2018 - 10:10

    Salvini, aiutaci, ci sei rimasto solo tu!

    Report

    Rispondi

  • Aldodueinvolo

    25 Ottobre 2018 - 08:08

    Forse, dico forse, sarebbe il caso finalmente di usare l'esercito. Retata, fuori tutti. Chi dimostra il motivo di tale occupazione, sia dia assistenza , contrariamente sistema Francese.

    Report

    Rispondi

ultime news