Cerca

Azerbaigian, Ministro Energia: con Italia cooperazione strategica

Parviz Shahbazov ad askanews: Tap sarà completato entro 2020

15 Gennaio 2020

0

Roma, 15 gen. (askanews) - Il 14 gennaio a Roma si è svolta la Quinta Sessione della Commissione Intergovernativa tra Italia e Azerbaigian sulla Cooperazione Economica, presieduta dal sottosegretario agli Affari Esteri Manlio Di Stefano, insieme al ministro dell'Energia di Baku, Parviz Shahbazov. Che in un'intervista ad askanews al termine di questo appuntamento, parla degli importanti incontri istituzionali avuti.

"Siamo arrivati qui a Roma con la delegazione dell'Azerbaigian, per partecipare alla Quinta Sessione della Commissione Intergovernativa tra Italia e Azerbaigian sulla Cooperazione Economica. Italia e Azerbaigian hanno un intensa collaborazione in molti settori: politica, economia, cultura. Quindi abbiamo discusso un certo numero di dossier, tra cui la cooperazione bilaterale. Il risultato di questa riunione è stato la firma del protocollo della Quinta Sessione della Commissione Intergovernativa. Ho incontrato il ministro degli Affari esteri, Di Maio, abbiamo discusso di cooperazione tra Azerbaigian e Italia, del dialogo politico che intercorre tra i nostri Paesi. Ho inoltre avuto il piacere di incontrare il ministro dell'Economia italiano, con il quale ho dibattuto un ampio spettro di questioni economiche e commerciali. C'è come sapete una cooperazione energetica tra i nostri due Paesi, che ha carattere strategico. La maggior parte dei nostri colloqui è stata incentrata su questo settore".

Quanto allo stato dei rapporti bilaterali: "Tra Italia e Azerbaigian c'è una cooperazione economica in crescita. Negli anni recenti c'è sempre stato un tasso di crescita sulla cooperazione economica. L'Azerbaigian al contempo è il primo - e più importante - fornitore di energia e greggio per l'Italia. Molte aziende italiane sono operative in Azerbaigian, più di cento per la precisione. Anno dopo anno c'è un incremento della cooperazione nel campo economico-commerciale, al contempo abbiamo - come sapete - il nuovo progetto del gas, un'infrastruttura molto importante. Diventeremo inoltre fornitori di gas per l'Italia, ci sarà maggiore diversificazione oltre a energia più pulita per l'Italia. Che darà a sua volta un notevole contributo alla cooperazione tra i due Paesi".

Ad askanews, il ministro dell'Energia dell'Azerbaigian ha inoltre confermato che il progetto Tap sarà completato entro la fine del 2020. "Il gasdotto Transadriatico è una delle quattro componenti del Corridoio Meridionale del gas e il progetto è già oggi realizzato per oltre il 90 per cento. Attraverso la realizzazione del gasdotto Transadriatico contribuiremo prima di tutto al miglioramento della situazione ambientale nella parte meridionale dell Italia, avremo un impatto positivo sulla questione della carbonizzazione di quella zona. Al momento, non riscontriamo alcun problema che possa impedire questo progetto e confermiamo di prevedere la sua conclusione entro la fine di quest anno".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news