Cerca

Strage di Christchurch, Tarrant si dichiara innocente

Nell'attacco furono uccise 51 persone

14 Giugno 2019

0

Roma, 14 giu. (askanews) - Sono arrivati alla spicciolata, chi in stampelle, chi in sedia a rotelle, ma tutti. I feriti e i sopravvissuti dell'attentato alla moschea di Christchurch, in Nuova Zelanda, dove sono morti 51 fedeli lo scorso marzo.

E Brenton Tarrant, l'uomo accusato del massacro, si è dichiarato non colpevole rispetto a 51 accuse di omicidio, oltre a dirsi innocente rispetto alle 40 accuse di tentato omicidio e un'accusa di aver commesso un atto terroristico.

E' la prima volta che qualcuno in Nuova Zelanda è accusato di un atto di terrorismo. Il processo per Tarrant, che ha 28 anni, è stato fissato per il 4 maggio del prossimo anno. Durante l'udienza, il tribunale è stato informato che le valutazioni psichiatriche condotte in carcere hanno dimostrato che Tarrant era mentalmente idoneo a sostenere un processo.

"Per il momento non posso parlare, almeno per il momento - dice Abdul Aziz, membro della comunità - è duro per noi parlare di questo fatto. Lo abbiamo visto in faccia, il suo terribile viso, e non siamo nelle condizioni di parlare. Almeno per ora".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news