Cerca

In un video shock l'omicidio dell'atleta tunisina Imen Chatbouri

In carcere il 26enne romeno Stfan Iulian Catoi

16 Maggio 2019

0

Roma, 16 mag. (askanews) - La polizia ha diffuso il video shock che ricostruisce, attraverso le riprese delle telecamere di sicurezza, le circostanze dell'omicidio dell'ex atleta di origine tunisina Imen Chatbouri, avvenuto a Roma il 20 maggio 2019.

La ragazza è stata stata spinta da un parapetto del Lungotevere, all'altezza di Ponte Sisto. Il suo corpo ritrovato solo al mattino seguente.

Nel video si vede il presunto assassino, il 26enne romeno Stefan Iulian Catoi, attraversare la strada e andarle incontro verso il parapetto da cui poi l'avrebbe spinta giù, uccidendola.

Il giudice, dopo l'interrogatorio in carcere, ha convalidato il fermo. Ma l'uomo ha negato ogni responsabilità: "Non sono stato io ad uccidere Imen - ha detto - avevamo passato la serata insieme, ci eravamo conosciuti in un pub, ma poi ci siamo salutati e io ho preso un bus notturno".

Le immagini delle telecamere, tuttavia, lo smentiscono. Determinante anche la testimonianza di un amico olandese dell'ex atleta tunisina, suo coinquilino, che dopo un po' si era allontanato, lasciando Imen sola con Catoi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news