Cerca

Alabama, una legge vieta l'aborto anche in caso di stupro

Votata nella notte. Scopo, riportare l'aborto alla Corte Suprema

15 Maggio 2019

0

Montgomery (Alabama), 15 mag. (askanews) - Qui, al Senato dell'Alabama, nella notte italiana la maggioranza repubblicana ha approvato una legge che vieta l'aborto praticamente in tutti i casi, anche per le vittime di stupro e incesto: lo Stato del Sud ha mandato il testo alla governatrice repubblicana Kay Ivey. Include una pena fino a 99 anni di carcere per i medici che praticano interruzioni di gravidanza.

E' solo l'ultima anche se la più restrittiva delle leggi che in vari Stati dell'Unione dominati dai conservatori cercano di mettere fine all'aborto; ben sedici degli Stati Uniti hanno già passato o stanno lavorando a un testo che impedisca l'aborto quando il medico può percepire il battito cardiaco del feto, cioè a circa sei settimane dal concepimento.

L'aborto negli Stati Uniti è protetto da una sentenza del 1973 della Corte Suprema, la celebre Roe contro Wade, che garantisce alla donna la libera scelta. Le leggi dei singoli stati sono quindi incostituzionali, ma lo scopo è proprio riportare la questione aborto alla Corte di Washington, ora a orientamento conservatore.

In molti stati a maggioranza democratica, i senatori stanno cercando di emendare le costituzioni locali proprio per tutelare l'interruzione di gravidanza, in caso la Corte Suprema rovesci la situazione.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news