Cerca

Bonafede: Radio Radicale? Esiste già un servizio pubblico

Il ministro dopo le parole apprezzamento del vice-presidente Csm

17 Aprile 2019

0

Roma, 17 apr. (askanews) - "Non ho niente da aggiungere rispetto a quanto affermato dal sottosegretario Vito Crimi. Ci tengo a dire che non è in discussione il servizio fondamentale di trasparenza dei lavori delle istituzioni e del Csm, ricordando che noi abbiamo un servizio pubblico, che dev'essere finalizzato a questo, a garantire ai cittadini la conoscenza dei lavori delle istituzioni. Un servizio pubblico per il quale i cittadini pagano un abbonamento": lo ha affermato il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, rispondendo a una domanda di un cronista a margine del plenum del Csm riguardo la possibile chiusura di Radio Radicale.

Poco prima il vice presidente del Csm, David Ermini, nel corso del Plenum alla presenza di Bonafede, aveva ringraziato Radio Radicale, per il "servizio pubblico" che svolge "volto a garantire la conoscibilità e, soprattutto, la trasparenza delle attività, sia del plenum sia

dei procedimenti disciplinari, di un organo di rilievo costituzionale quale è il Csm".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news