Cerca

Morandi in "Stasera gioco in casa", 16 live nella sua Bologna

Al Teatro Duse; si rammarica: non ho fatto la storia della musica

16 Aprile 2019

0

Roma, 16 apr. (askanews) - "Stasera gioco in casa - Una vita di canzoni" è il nuovo progetto artistico di Gianni Morandi: 16 concerti, un solo palcoscenico, quello del Teatro Duse di Bologna, l'abbraccio del suo pubblico con il quale condividere ricordi, emozioni e soprattutto grande musica.

Era il 16 aprile 1962 quando venne incisa la prima canzone "Andavo a 100 all'ora". Dal palco del Duse, dove si esibì per la prima volta nel 1964 - mi tremavano le gambe allora, ricorda - Morandi, ripensa ai 62 anni di carriera:

"Gli anni sessanta sono anni magici, era un'Italia diversa, era un'Italia che ti sorrideva di più, perché aveva la speranza, la ricostruzione dopo la guerra", ha raccontato.

"Quelli erano anni gioiosi. Raccontare un viaggio dal '62 ad oggi, ci vorrebbe la sociologia, Umberto Eco, io posso farlo attraverso le canzoni", ha aggiunto.

"Ci sono degli artisti in Italia che hanno fatto la storia della musica: Modugno con 'Volare', Battisti, De Andrè. Io non faccio parte di quella categoria. La storia la fa chi indica una strada, non chi la percorre. Io sono un testimone di questi anni: sono passato attraverso queste epoche, vivendole tutte, certe volte anche da protagonista, ma senza fare la storia. Un po' mi dispiace questo".

Al via il primo novembre, 12 serate in programma fino a dicembre 2019, più altre 4 nel 2020. Gianni canterà in forma acustica, forse comporrà un brano inedito per la sua città e per il teatro che si trova nel cuore di Bologna. Al pubblico intervenuto per la presentazione intanto ha regalato un omaggio a Lucio Dalla.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news