Cerca

Ernesto Savona: "Terroristi vanno verso nuovo modello business"

L'esperto della Cattolica parla al convegno della NDCF a Roma

7 Dicembre 2018

0

Roma, (askanews) - Terroristi e organizzazioni criminali stanno sviluppando nuove forme di finanziamento. Lo sottolinea ad askanews il criminologo Ernesto Savona, del centro Transcrime dell'Università Cattolica di Milano, intervenuto a Roma alla conferenza di alto livello organizzata dalla Nato Defense College Foundation:

"Stanno cambiando modello di business. Perdere il territorio non vuol dire essere scomparsi: racconto tutta l'evoluzione di questo modello di cambiamento di business e dico alla fine che il modello di business verso il quale vanno è probabilmente quello di una miscela tra terrorismo e criminalità organizzata transnazionale. La storia ci dice che tutti i movimenti terroristici, quando perdono i luoghi o i territori, si ritrasformano e cambiamo il modello di business sugli affari, che vuol dire diventano investitori anche nell'economia legittima.

"Dobbiamo riflettere su cosa fare per evitare che questo avvenga. Io suggerisco due politiche. Una di continuare con le politiche tipiche di riduzione delle opportunità economiche che si usano contro le organizzazioni criminali transnazionali (confische dei beni), l'altra di cominciare a ragionare attentamente sulle probabilità e i rischi che arriveranno nelle carceri anche.

"Nelle carceri italiane nei prossimi anni non ci sarà più l'islam, ci saranno terroristi e criminalità organizzata, che è una miscela delle due cose insieme".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news