Cerca

Caso Khashoggi, Lagarde "inorridita" ma andrà al vertice di Riad

Arabia saudita: voci su ordini di uccidere giornalista infondate

13 Ottobre 2018

0

Nusa Dua (Indonesia), (askanews) - La Direttrice generale del Fondo monetario internazionale (Fmi), Christine Lagarde, si è detta "inorridita" dalla vicenda del giornalista saudita scomparso in Turchia, Jamal Khashoggi, ma ha confermato la propria partecipazione al vertice economico di fine mese a Riad, soprannominato la "Davos nel deserto".

"I diritti umani, la libertà di informazione sono diritti essenziali e sono state riportate cose orribili e sono inorridita - ha detto alla stampa a margine di un incontro del Fmi a Bali - ma devo guidare gli affari del Fmi in tutto il mondo e con molti governi. Quando visito un Paese, dico sempre quello che penso. Quindi, in questo momento è mia intenzione non cambiare i miei piani e seguire con attenzione le notizie che emergeranno nei prossimi giorni".

Al vertice di Riad, in programma dal 23 al 25 ottobre, Bloomberg, Financial Times, The Economist e The New York Times hanno annunciato invece che non parteciperanno anche se erano media sponsor. Intanto dopo le registrazioni audio e video che dimostrerebbero che il giornalista è stato ucciso nel consolato saudita di Istanbul rivelate dal Washington Post, che si aggiungono al video del reporter che entra nell'edificio e di un team della sicurezza saudita che arriva all'aeroporto di Istanbul si aggrava la posizione dei sauditi. Ma Riad nega tutte le accuse: le voci "che circolano sugli ordini di uccidere il giornalista dissidente sono delle menzogne prive di qualsiasi fondamento" ha dichiarato il ministro dell'Interno saudita, sottolineando come l'Arabia saudita sia "attaccata alle proprie tradizioni di rispetto delle regole e delle convenzioni internazionali".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news