Cerca

Campomaggiore (OroEtic) rivela come evitare truffe ai Compro Oro

Nel libro "La verità sull'oro" tutti i consigli su compravendita

12 Ottobre 2018

0

Roma, (askanews) - Il mercato al dettaglio dell'oro è sempre stato un argomento particolare, delicato. La compravendita di oro, infatti, è un settore da sempre caratterizzato da diffidenza a causa di notizie negative sui famosi Compro Oro che popolano sempre di più le attività commerciali delle città. Ma questa pubblicità negativa è fondata? Ne parliamo con David Campomaggiore Ceo della catena OroEtic.

"Mi piacerebbe dire di no, però in gran parte queste notizie sono vere. Certo non completamente perché si tende ad enfatizzare le notizie negative, però abbiamo visto molto spesso su tanti servizi in televisione che raccoglievano videotestimonianze, girando per i Compro Oro, di come questi tra virgolette truffavano le persone e venivano messi in evidenza solo quei casi. Se non c'è informazione, quindi, si rischia di capitare in situazioni spiacevoli".

Proprio su questo argomento Campomaggiore ha deciso di scrivere un libro con informazioni utili per il consumatore. "In questo libro - spiega il Ceo di OroEtic - ho raccolto tutto ciò che può essere utile al consumatore per conoscere la materia ed evitare di cadere in situazioni poco piacevoli e quindi essere truffato o raggirato. E una guida per il consumatore per vendere al meglio il proprio oro e ci sono anche notizie curiose molto interessanti sul mondo dell'oro, quindi, per chi ama questo settore può approfondire in modo interessante la materia".

In un periodo di crisi economica come quello attuale e di incertezza sui mercati, l'oro resta un "bene-rifugio" per le persone. "Molte persone tendono a tenere l'oro - sottolinea Campomaggiore - proprio perché sanno che in ogni caso è una risorsa per il futuro perché comunque vadano le cose l'oro è un bene, come detto, rifugio quindi non perde mai eccessivamente troppo valore. Subisce le oscillazioni dei mercati come tutte le materie prime però è un bene che nonostante le crisi, nonostante clamorosi capitomboli mondiali mantiene sempre una quotazione abbastanza buona. Quindi gli italiani che possono ancora lo tengono l'oro nei propri cassetti, per il futuro, per i propri figli per darlo magari in eredità".

Gli elementi per rivolgeri ad un negozio cosidetto "a norma" ci sono. "Innanzitutto - aggiunge Campomaggiore - consiglierei di vedere le recensioni che ha ricevuto questo negozio. Oggi siamo nell'era di internet e una cosa molto utile che si può fare è vedere se altri clienti hanno usufruito del servizio di questo negozio e hanno lasciato testimonianze positive. Perché se nessuno ha mai voluto spendere due parole per un negoziante allora c'è da pensare. Inoltre si può fare una ricerca sul web per vedere se è strutturato, se ha un sito web, se dà delle informazioni utili e se non fa quella pubblicità chiamata ingannevole, quindi, sparando cifre astronomiche solo per attirarti al negozio e infine adesso c'è anche il registro dell Oam, nato da pochissimo, ed è un registro nazionale in cui tutti gli operatori compro oro devono essere registrati. Ahimè attualmente non tutti si sono registrati rispettando i requisiti dei tempi di legge. Questo ha evidenziato che ci sono circa 600 operatori in Italia che stanno operando abusivamente attualmente, dichiarato proprio dall Oam, perché hanno fatto una pre-registrazione sul portale ma poi non hanno portato a termine tutte quelle operazioni da fare per registrarsi. Ci sono grosse sanzioni per chi opera in modo abusivo. Questo registro è comunque molto utile al consumatore per vedere innanzitutto se il compro oro al quale si vuole rivolgere è intanto registrato e quindi ha tutti i documenti in regola per poter operare".

Qualche accortezza prima di rivolgersi ad un negozio Compro Oro, deve essere presa in considerazione. "Sicuramente - spiega ancora Campomaggiore - si deve pesare l'oro a casa prima di uscire quindi utilizzare una bilancia anche di quelle da cucina che vanno benissimo. Anche se c'è una piccola variazione di grammi tra quello reale, quello con la bilancia certificata che si usa in negozio, e quello di casa almeno si ha un idea di quanto stiamo portando. In secondo luogo bisognerebbe vedere pezzo per pezzo ogni gioiello che si va a vendere la caratura e questo è facile vederlo cercando un simbolo inciso sull oro che è un '750' all interno di un rombo, questo significa che è oro 18 carati. Quindi se abbiamo la consapevolezza che l'oro che stiamo vendendo è 18 carati, nessun Compro Oro potrà mai dirci che la valutazione è più bassa perché la caratura di quel gioiello è più bassa. Quindi già sappiamo che se qualcuno sta cercando di dirci qualcosa di diverso allora sta cercando di raggirarci e magari è il caso di andare via. Questi sono già due piccoli trucchi che fanno sì che la trattativa vada meglio quando si va a vendere l'oro e magari una cosa utile potrebbe essere quella di mettere a confronto valutazioni di più negozi e non fermarsi al primo".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news