Cerca

Il video del jihadista italiano dell'Isis: io catturato dai curdi

YPG accusa Samir Bogana di avere fornito armi allo Stato Islamico

14 Settembre 2018

0

Roma, (askanews) - "Mi chiamo Samir Bogana, vengo dall'Italia. Ero nello Stato islamico, il mio nome era Abu Addullah. Sono stato qui più o meno due o tre anni, poi ho pensato di uscire, prendere mia moglie, i miei figli e ritornare in Italia. Qui nel percorso per andare in Turchia sono stato preso dalle forze dei curdi, YPG. Pensavo di andare in Turchia e al Consolato e ritornare in Italia, però sono stato preso qui in Siria, vicino a Raqqa".

Si presenta così Samir Bogana, questo il nome con cui si identifica nel video - diffuso dall'ufficio stampa delle Unità di protezione del popolo (Ypg), braccio armato dei curdi-siriani - il jihadista dell'Isis di origini italiane che stava cercando di superare il confine con la Turchia.

Secondo le Ypg, Bogana è un cittadino italiano noto anche con il nome di battaglia di Abu Hureyre al-Muhajir o Abu Abdullah al-Muhajir, responsabile per le forniture di armi all'Isis.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news