Cerca

Addio

Ferrari, addio subito a Sebastian Vettel nel nome di Marchionne? Voci sulla clamorosa accelerazione

19 Novembre 2019

3

C'è poco da fare. Lo scontro al giro 66 del gp di Interlagos tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc ha cambiato la storia della Ferrari. Il conflitto è esploso, furibondo e furioso. L'astro nascente e il quattro volte campione del mondo non si sopportano. Lo si è respirato per tutta la stagione, lo si è compreso in modo plastico al penultimo Gp della stagione. E ora, per Maranello e Mattia Binotto, il problema è il futuro: possibile puntare al titolo tenendoli entrambi? Alcuni precedenti - da Prost e Senna fino ad Alonso e Hamilton - fanno capire che l'impresa, se non impossibile, quanto meno è molto complicata. E insomma, in Ferrari non possono non prendere in considerazione l'idea, in qualche modo tutto da trovare, di sacrificare il tedesco.

Già, pochi dubbi al riguardo: il futuro - probabilmente anche il presente - è Re Charles, Leclerc. I tifosi, per inciso, stanno con lui: sui social spopolava l'hashtag #VettelOut (e se proprio si deve trovare una responsabilità per quanto accaduto in Brasile, pare proprio essere sua). Ma non solo: in molti sottolineano, ricordano, evocano come con Sergio Marchionne forse le cose andrebbero diversamente. S'intenda: l'ex presidente, decisionista per vocazione, probabilmente avrebbe avallato l'avvicendamento immediato, anche se Vettel guadagna la bellezza di 40 milioni di euro. Si pensi infatti che fu proprio Marchionne a volere Leclerc. In Vettel infatti vedeva un pilota troppo focoso, non in grado di portare il mondiale alla Ferrari. Ed è così, con l'ingombrante fantasma di Marchionne sullo sfondo, che in Ferrari - nessuno lo ammetterà mai fino all'eventuale giorno del crac - l'ipotesi sta prendendo quota. Addio Vettel, subito, prima del via alla prossima stagione? Chissà...

Nel video, l'incidente Vettel-Leclerc a Interlagos

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank44fausto

    19 Novembre 2019 - 13:59

    Se Vettel è focoso Leclerc è un vulcano. Quante ruotare ha dato in gara a Bottas, andandogli bene perché non ha rotto nulla o a Verstappen. Mi pare che anche lui sull’attacco di Hamilton non abbia piato molta resistenza, così come contro Verstappen nell’ultima gara. S’è svegliato solo negli ultimi giri per superare nel rettilineo il compagno di squadra Vettel. Ovviamente Vettel ha reagito

    Report

    Rispondi

  • Anna 17'

    19 Novembre 2019 - 10:57

    Chiarissimo per chiunque tranne che per i dirigenti Ferrati. Vettel ormai è un pilota ribollito e stracotto. Anche domenica ha iniziato a dormire quando si sono spente le luci della partenza e si è svegliato di soprassalto quando Leclerc l'ha superato. Può fare lo sposta auto nel parcheggio della Ferrari.

    Report

    Rispondi

  • barbablu69

    barbablu69

    19 Novembre 2019 - 09:25

    basta! se la ferrari fosse in grado di dare un'auto decente ai suoi piloti non saremmo qui a discuterne... altro che mandare via Vettel... prendessero Briatore come team leader e vedranno ... vedremo i risultati

    Report

    Rispondi

ultime news