Cerca

destra

Vittorio Feltri a Fuori dal Coro: "Mio padre era fascista. Sapete cosa ne penso?"

13 Novembre 2019

3

Rivelazione di Vittorio Feltri, ospite di Mario Giordano a Fuori dal coro, su Rete 4: "Nella vita sono stato tante cose ma mai fascista, se qualcuno mi accusa di fascismo mente sapendo di mentire", rimarca nel corso della lunga intervista. Continua il direttore editoriale di Libero: "Mio padre era fascista ma io non mi do certo delle arie, però se mio padre era fascista era in buona compagnia, perché c'erano altri quaranta milioni di italiani che erano fascisti - ricorda il direttore -. Non mi vanto di questo, ma vengo da lì", sottolinea con orgoglio. Eppoi, conclude Vittorio Feltri, "dopo il 25 aprile tutti sono diventati anti-fascisti". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Salineddi

    16 Novembre 2019 - 09:16

    Boh io ho un parente nato alla fine del ventennio che si chiama Benito, ma i suoi si definivano partigiani e antifascisti......boh

    Report

    Rispondi

  • aldoamico

    13 Novembre 2019 - 18:47

    Erano guai se non eri fascista o disertavi le adunate,Mussolini rese la gente delle marionette che o di adeguavi o subivi discriminazioni o peggio bastonature che spesso portavano alla morte. Si dice che dopo il 25 aprile gli italiani divennero tutti (quasi) antifascisti anteponendo l'onore e la lealtà che secondo alcuni erano dovuti a un regime che aveva ridotto l'Italia un cumulo di macerie.

    Report

    Rispondi

  • lellac

    13 Novembre 2019 - 16:24

    Come sempre Feltri ha ragione e le capre rosse ,una volta nere, continuino pure a belare.........

    Report

    Rispondi

ultime news