Cerca

Prima la sicurezza

Matteo Salvini, blitz elettorale a Bologna. Citofona al tunisino: "Lei spaccia?", e il Pd lo insulta

22 Gennaio 2020

16

Clamoroso blitz elettorale di Matteo Salvini. Al Pilastro, quartiere difficile della periferia Est di Bologna, il leader della Lega seguito da telecamere, giornalisti e forze dell'ordine ha suonato al citofono di alcuni abitanti di un edificio, ipotizzando di trovare degli spacciatori, sulla base di indicazioni di residenti e militanti del partito.



"Buonasera, lei spaccia?", ha chiesto provocatoriamente a un tunisino. Una frase che ha fatto infuriare la sinistra sui social. "A che titolo l'ho fatto? In qualità di cittadino", ha spiegato Salvini ai giornalisti. Una motivazione che non accontenta gli anti-leghisti. "Salvini sta suonando ai campanelli di Bologna alla ricerca di spacciatori - scrive Matteo Orfini, parlamentare dem -. Salvini. Lo stesso che quando era ministro invece di occuparsi di combattere il traffico di droga andava in giro a fare comizi e scriveva leggi contro le ong. Cialtrone. Solo un cialtrone".

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • culoneinchiavab

    22 Gennaio 2020 - 23:07

    L' Accoglienza ci ha donato contrasti laceranti.

    Report

    Rispondi

  • ARES1998

    22 Gennaio 2020 - 20:06

    santori ha la MALATTIA di immaginarsi onorevole 8pensa davvero di poterci diventare grazie al fratello moscio di montalbano) pura follia... vada in fattoria a mungere il TORO

    Report

    Rispondi

  • il rivoluzionario

    il rivoluzionario

    22 Gennaio 2020 - 17:07

    sono omertosi come quelli che stanno con la mafia, se tutti facessero come ha fatto Salvini, sparirebbero tutti, sia gli spacciatori e la mafia, italiani fate i nomi se li sapete

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news