Cerca

Competizione

Giorgia Meloni e Matteo Salvini, il proporzionale aumenta la competizione: ma i veri litigi sono a sinistra

19 Gennaio 2020

0

Giorgia Meloni ha più volte ribadito il concetto che Fratelli d'Italia e Lega non sono lo stesso partito, ma sono perfettamente compatibili e quindi l'alleanza non è in discussione. Lo scenario potrebbe però cambiare con la sentenza della Consulta che ha respinto il maggioritario e lasciato campo libero al proporzionale. Secondo il Corriere della Sera, la sentenza ha sepolto le coalizioni e potrebbe creare grande competizione all'interno del centrodestra.

Ciò comporterebbe qualche possibile litigio tra la Meloni e Matteo Salvini, ma non è detto che debba essere per forza distruttivo, anzi. Litigi che invece sono la quotidianità già da tempo nel centrosinistra: "Italia Viva e Pd - scrive Tommaso Labate - hanno inaugurato il filone della guerra calda via Twitter, per non parlare della guerra fredda tra Giuseppe Conte e Luigi Di Maio nel M5s". Sarà anche vero che il proporzionale potrebbe aumentare la competizione interna al centrodestra, e quindi tra Meloni e Salvini, ma di certo chi si deve veramente preoccupare sta a sinistra, visto che l'alleanza si regge unicamente sul desiderio di non mollare le poltrone e di evitare di spalancare la strada di Palazzo Chigi ad un trionfo del centrodestra.

Nel video del 18 gennaio Meloni: "Con Lega visione di base comune, sarà facile governare insieme". Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news