Cerca

la confessione

Gianluigi Paragone fa un passo indietro: "Voglio tornare nel Movimento, mi sento emarginato"

15 Gennaio 2020

5

Gianluigi Paragone si morde le mani. Dopo essere stato espulso dal Movimento 5 Stelle per essere stato un po' troppo dissidente, ora vorrebbe tornare da dove è venuto. "Io voglio rientrare nel Movimento 5 Stelle e chiedere il rispetto del programma. Mi siedo sempre nei banchi del M5S, non ho ancora un posto nel Misto. C'è stato un atto formale del Movimento che ha deciso l'espulsione, io ho presentato ricorso. Come mi sento? Un po' un emarginato..." rivela ai microfono di Un giorno da Pecora. "Ho fatto appello al collegio dei garanti, si tratta del secondo grado. Sono il viceministro Cancelleri, il sottosegretario Crimi e Roberta Lombardi. Io voglio rientrare nel Movimento 5 Stelle e chiedere il rispetto del programma", ripete quasi in loop.

Poi ai conduttori che gli chiedono se pensa di aver fatto lo sbruffone, replica convinto: "Non è che l'ho fatto, io sono uno sbruffone. Mi sono divertito? Ma non è mica finita, abbiamo ancora tante cose da dire". Per Paragone essere espulsi non significa essere fuori dal Parlamento, anzi, "voglio continuare a rompere le scatole al Misto".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • corto lirazza

    16 Gennaio 2020 - 00:34

    tiene famiglia

    Report

    Rispondi

  • tonycar48

    15 Gennaio 2020 - 23:15

    Che personaggio squallido ..altro che prima repubblica!!!!!

    Report

    Rispondi

  • brunom

    15 Gennaio 2020 - 23:13

    Se vuole rientrare nel 5S o capisce poco o non sa cosa fare e dove andare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news