Cerca

difficili ammissioni

Luigi Di Maio a Cartabianca: ""Stufo delle pugnalate dai Cinque Stelle", crollo nervoso in studio

15 Gennaio 2020

0

Luigi Di Maio, ospite a Cartabianca, non può fare a meno di parlare delle liti interne al Movimento e di tutti quei grillini che lo hanno messo in dubbio. "Chi pensa che io mi stanchi del Movimento ha sbagliato. Sono stanco che qualcuno che sta nelle retrovie venga al fronte per darmi una pugnalata - ha confessato a Bianca Berlinguer -. Io sono stato eletto capo politico nel 2017, siamo andati al governo e adesso stiamo realizzando il programma elettorale. Credo che agli italiani interessi l'approvazione delle leggi: ne abbiamo approvate 40 e ne dobbiamo approvare tante altre. È normale che in un Movimento che ha eletto 330 parlamentari ci sia chi esprime dissenso. Quando qualcuno non è d'accordo col Movimento 5 Stelle ha tutto il diritto di andarsene, ma potrebbe dimettersi e farsi rieleggere, non andare al Gruppo Misto". Una chiara frecciatina al dimissionario ministro delle Istruzione, Lorenzo Fioramonti che ha sbattuto la porta a Cinque Stelle per port più tranquilli.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news