Cerca

il politologo

Gianfranco Pasquino, duro colpo a Matteo Salvini: "Se la Lega vince in Emilia, non cambia nulla"

15 Gennaio 2020

7

Per Gianfranco Pasquino, professore emerito di Scienza della Politica, la legge elettorale è il minore dei problemi. "Se vince Bonaccini il governo dovrà necessariamente brindare, trovare prosecco buono ed essere contento - spiega in una lunga intervista a Formiche.net -. Se vince Salvini invece dovrà preoccuparsi. Però dal punto di vista sostanziale l'esecutivo non ha nulla da temere perché quelle sono le elezioni per eleggere il presidente dell'Emilia Romagna per i prossimi cinque anni".

Il Governo infatti si fonda sulla maggioranza parlamentare che ha attualmente, come spiega il politologo nel dettaglio: "Quei numeri non vengono intaccati. Certo è un brutto segno se in Emilia Romagna passa il centro destra ma i numeri in Parlamento ci sono. Potrei aggiungere che, in caso di vittoria del centro destra, il governo potrebbe pensare che è necessario rinsaldare l'alleanza governativa e andare avanti con le riforme proprio per convincere gli italiani a riconfermarli e per far scoppiare la bolla del consenso elettorale di Salvini". Però per Pasquino il governo dovrebbe essere totalmente disinteressato rispetto al referendum di Roberto Calderoli, "succeda quel che succeda, le leggi elettorali guardano al Parlamento e non al governo".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • agosvac

    15 Gennaio 2020 - 16:59

    Bisognerebbe dire una cosa: molti politici di politica ne capiscono poco, ma non c'è alcun politologo che capisca un minimo di politica! E' molto semplice, se la capissero farebbero i politici non i politologhi.

    Report

    Rispondi

  • filder

    15 Gennaio 2020 - 16:18

    Il volto di questo emerito prof mi sa che non è proprio pasquino in tutte le trasmissioni che prende parte quando le cose non sono a suo gusto fa un sacco di smorfie

    Report

    Rispondi

  • leolucalabozzet

    15 Gennaio 2020 - 16:06

    Dovesse vincere il centrodestra, auspicabile,in Emilia Romagna e Calabria di certo ci saranno riflessi che incideranno sulle formazioni politiche in essere. Le transumanze parlamentari aumenteranno e provocheranno il liquefarsi dell’attuale maggioranza. A quel punto sarà ancora negato il voto nazionale ? Con quale escamotage? Staremo a vedere !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news