Cerca

Delegato della Basilicata

Roberto Calderoli, primo risultato: sarà presente alla sentenza della Consulta sul referendum elettorale

14 Gennaio 2020

0

Prima storica volta: Roberto Calderoli parteciperà alla Camera di consiglio in cui la Corte Costituzionale ascolterà i legali delle Regioni che hanno promosso il referendum elettorale e gli avvocati delle associazioni che si oppongono alle associazioni. Il senatore leghista, promotore principale del referendum e formulatore del quesito (definito una "bomba atomica" in grado di riformulare il sistema politico italiano) sarà presente, senza diritto di parola, come "delegato della Basilicata". È stato lui stesso a chiedere di essere ammesso tra il pubblico, ottenendo il via libera di Marta Cartabia, presidente della Consulta. Dopo la modifica del regolamento della Corte, è la prima volta che accade. 

Ovviamente, la presenza di Calderoli non influirà tecnicamente sulla sentenza di ammissibilità o meno del quesito referendario, anche se farà concentrare ulteriormente i riflettori su una decisione molto attesa. Da fonti Lega trapela la speranza che, in caso di accoglimento del referendum (che si aggiungerebbe alla possibile vittoria di Matteo Salvini e centrodestra alle regionali in Calabria ed Emilia Romagna il 26 gennaio, più il referendum contro il taglio dei parlamentari), la crisi di governo possa subire una accelerazione.


Nel video di Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Brescia annuncia la legge elettorale proporzionale con sbarramento al 5%

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news