Cerca

Tavolo e poltrone

Luigi Di Maio, ordine ai grillini dopo le parole di Salvini: "Ignoriamolo". Cosa c'è dietro: chiave Mattarella

15 Dicembre 2019

0

Panico nel Movimento 5 Stelle per "l'esca" gettata da Matteo Salvini in Parlamento. Di fronte all'idea del "tavolo tutti insieme" per salvare l'Italia, come l'ha definito nella sorpresa generale il leader della Lega, Luigi Di Maio ha dato un semplice ordine ai suoi uomini: "Ignoriamolo, una proposta del genere non merita risposta". La verità è che la mano tesa del Capitano va ben oltre il caso del crac della Popolare di Bari e che l'innegabile emergenza nazionale rappresentata dal possibile default dell'istituto più importante del Mezzogiorno appare solo come innesco della strategia leghista. 

Leggi anche: "La telefonata di Di Maio a Conte". Popolare di Bari, accordo politico per bastonare Renzi

Tanto è vero che Giancarlo Giorgetti, in un'intervista a La Stampa, ha già fatto un passo ulteriore: "Mario Draghi premier per fare 4 o 5 cose urgenti", cacciando subito Giuseppe Conte e poi tornare al voto. Uno scenario, questo, che al di là delle minacce di crisi quasi quotidiane Di Maio e i vertici pentastellati considerano come l'anticamera della loro fine politica. Pd e 5 Stelle hanno tutto l'interesse a tenere in vita il governo per allontanare Salvini dalle urne e dal trionfo. Allo stesso modo, il leghista (che secondo un ministro, scrive la Stampa, sarebbe in crisi su sondaggi e visibilità) potrebbe giocarsi anche l'asso Draghi per forzare la mano e convincere il presidente Sergio Mattarella e molti "responsabili" a mollare Conte. Due piccioni con una fava, peraltro: accanto ai toni barricaderi e critici, Salvini sta sfoggiando una quasi inedita versione da statista, molto moderata. E in campagna elettorale può risultare molto, molto utile.

Nel video di Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Salvini al No Tax Day della Lega

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news