Cerca

Addio

Ugo Grassi, così il neo-leghista ha scaricato M5s e Di Maio: "Non mi riconosco più in voi"

12 Dicembre 2019

1

Adesso è ufficiale, Ugo Grassi lascia il M5s e passa alla Lega di Matteo Salvini. Scelta già nell'aria da ieri, mercoledì 11 dicembre, quando il senatore in aula aveva espresso tutta la sua contrarietà al Mes, affermando successivamente che "è possibile il fatto che passi con la Lega". Passaggio avvenuto soltanto poche ore dopo. Matteo Salvini lo accoglie a braccia aperte: "Benvenuto a Grassi, che non è succube del Pd". Rabbiosa la reazione di Luigi Di Maio, sempre più isolato: "Diteci quanto costa al chilo". La valanga, insomma, s'ingrossa. Il governo, a Palazzo Madama, dispone di una maggioranza sempre più risicata.

In questo video, vi riproponiamo l'intervento di Ugo Grassi in aula al Senato di martedì, nel corso delle dichiarazioni di voto sul Mes. Intervento in cui di fatto aveva anticipato l'addio: "Io scendo da un autobus in cui c’era scritto Palermo e invece sta andando a Como. Sta prendendo altra direzione", affermava riferendosi ai grillini. E ancora: "Il Parlamento non è stato informato per tempo sulle modifiche sul Mes con l’impossibilità di intervenire", ragione per la quale "constato di non riconoscermi più nelle politiche del Movimento". Cala il sipario, dunque, sull'esperienza di Grassi nel M5s. Inizia la sua avventura nella Lega.

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Marcer

    12 Dicembre 2019 - 15:49

    Aveva ragione Salvini, hanno tenuto il Parlamento all'oscuro di tutto. Presidente Mattarella ma si rende conto che il pdc ha tradito la Patria? Vuole essere complice di questo crimine? Il peggiore che un rappresentante delle Istituzioni può commettere?

    Report

    Rispondi

ultime news