Cerca

legge elettorale

Giuseppe Conte teme la crisi e spera nel pre-accordo: "un'assicurazione preventiva" per tenersi la poltrona

7 Dicembre 2019

0

Giuseppe Conte mette le mani avanti nella speranza di arrivare al 2023. Non è un caso che la sua agenda sia fitta di impegni politici. Come sottolinea il Corriere infatti il premier è interessato a una cosiddetta "assicurazione preventiva" per far sì che la poltrona a Palazzo Chigi non gliela tolga nessuno. Una mossa - sempre secondo il quotidiano di Fontana - legata al pre-accordo tra i partiti di governo sulla legge elettorale. La proposta di Matteo Renzi, ossia quella di affrettare i tempi sulla legge elettorale (al fine di passare da un maggioritario a un proporzionale) rende il premier a dir poco sospettoso.

Un'idea, quella del fu rottamatore, che se dovesse andare in porto accantonerebbe il presidente del Consiglio. Con il primo sistema, difatti, al momento delle elezioni Conte avrebbe un ruolo in un'eventuale coalizione, perciò sarebbe interesse degli alleati proteggerlo e sostenerlo fino al termine della legislatura, per poi catturare il suo consenso. Con il secondo sistema, invece, ogni forza correrebbe per sé e la figura di Conte potrebbe venire sacrificata nel corso della legislatura, se convenisse ai partiti. Motivo che rende il premier bis frettoloso e intento a occupare Pd e M5s con altri temi, magari meno rischiosi per il governo già poco stabile. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news