Cerca

Deciderà lui

Ilva, sindacati al Quirinale da Mattarella. È il segnale: situazione disperata

18 Novembre 2019

4

Una war room sull'Ilva: il premier Giuseppe Conte riferisce costantemente a Sergio Mattarella gli sviluppi drammatici della crisi del polo siderurgico di Taranto, con all'orizzonte il "processo del secolo" che vedrebbe contrapposti lo Stato alla multinazionale indiana Arcelor Mittal. E che la situazione sia disperata lo testimonia un altro appuntamento al Quirinale: lunedì sera alle 19.30 il presidente della Repubblica incontrerà i segretari generali dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, Landini, Furlan e Barbagallo. L'impressione è che con un governo e una maggioranza divisi su ogni singolo scenario e possibilità, sarà ancora una volta il Capo dello Stato a "commissariare" l'esecutivo e a dover decidere che piega dare a una delle vicende più impattanti per l'economia italiana degli ultimi decenni. 

Nel frattempo Pd e M5s continuano a litigare e mescolare le carte sullo scudo penale. Il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, democratico e pugliese, intervistato da Massimo Giannini e Oscar Giannino a Circo Massimo su Radio Capital, non usa mezzi termini: "Mittal ha posto sul tavolo un ricatto occupazionale inaccettabile, che il governo ha già respinto. Se un'azienda media italiana avesse fatto quello che ha fatto Mittal, i proprietari sarebbero già stati portati via alle sei del mattino da qualche giorno...". Alternativa alla permanenza degli indiani è solo "l'amministrazione straordinaria, che ha già salvato una volta Ilva dal crack Riva, con il prestito ponte e con l'obiettivo di riportare entro uno-due anni, come previsto dalla legge, l'azienda sul mercato. Se fosse necessario, lo rifaremmo un'altra volta senza alcun problema".


Nel video di Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Boccia contro "il ricatto inaccettabile" di Arcelor Mittal

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giordanobaldo49

    21 Novembre 2019 - 14:39

    Presidente, HA VOLUTO TOGLIERE LA PAROLA ALLA SOVRANITA' DEL POPOLO sancita dalla Costituzione !? I RISULTATI SONO AGLI OCCHI DEL MONDO! GOVERNO MAI RICONOSCIUTO DAL POPOLO, composto da INETTI IGNORANTI litiganti CHE VOGLIONO IL MALE DEL PAESE E DEL POPOLO (costantemente preso per il c..o da questi IPOCRITI) MA....CONTINUA CON QUESTA " FARSA "...! CONTRO IL VOLERE DEL POPOLO ! INCOMPRENSIBILE !

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    18 Novembre 2019 - 14:09

    FERMATELI SONO PERICOLOSI

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    18 Novembre 2019 - 13:47

    la maggioranza del POPOLO ITALIANO vorrebbe le ELEZIONI...qualcuno era ed E' contrario...ora sono DIFFICOLTA' PROPRIE....non gli rimane che CHIAMARE il CAV e APPURARE altre SOLUZIONI....non credo nell'APPOGGIO di LEGA e FdI.. ma mai dire mai !!...UN GOVERNO DI SALUTE PUBBLICA ipotizzato da GIORGETTI ...???

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news