Cerca

Amenità

Barbara Lezzi spernacchiata pure da Aldo Grasso: "Cozze amare. Sai cosa farai dopo la chiusura dell'Ilva?"

17 Novembre 2019

5

"Cozze amare". Barbara Lezzi finisce di nuovo nel mirino di Aldo Grasso, che nella sua rubrica domenicale Padiglione Italia sul Corriere della Sera non può fare a meno di sottolinearne le figure barbine. La sua frase sulla "coltivazione delle cozze" come exit strategy per superare la possibile chiusura dell'Ilva di Taranto, ma pure di Novi Ligure e Genova, ha fatto il giro del Paese facendo sghignazzare molti economisti.



Allora Grasso si prende la briga di ricordarle un paio di dati: "Se ArcelorMittel chiude lo stabilimento, più di 10.000 persone resteranno a casa in una città di 200.000 anime dove la disoccupazione è già ben oltre il 40%". È triste dirlo, conclude Grasso, ma "il rischio è che ci saranno più disoccupati che cozze". E a quel punto la senatrice M5s, fiera paladina della decrescita felice, "sulle rovine dell'Ilva erigerà felice un monumento al mitile ignoto".

Nel video Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, lo sfogo della Lezzi contro i giornalisti

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • albertoperutelli

    18 Novembre 2019 - 12:16

    Ora dovete pensare che la Lezzi passava per una persona intelligente, se tanto mi da tanto il resto come sarà intelligentissimo.

    Report

    Rispondi

  • carlooliani

    17 Novembre 2019 - 14:21

    Lezzi, ma come male OLezzi!

    Report

    Rispondi

  • carlooliani

    17 Novembre 2019 - 14:20

    Bergoglio più che un papa è un vero deficiente, partigiano, disonesto e incapace di capire la realtà. Pecca di superficialità e dimostra un’ignoranza preoccupante nella maggior parte delle sue manifestazioni politiche e finanche religiose. Sarà ricordato come becchino del Cattolicesimo praticante e per i suoi sfaceli demenziali.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news