Cerca

Come con i migranti

Ilva, Salvini bombarda il governo: "Dilettanti. O forse...". Scenario da brividi: a chi hanno venduto l'Italia

5 Novembre 2019

0

Pd, M5s e Italia Viva sull'Ilva "se la sono cercata". Matteo Salvini, intervistato dal Corriere della Sera, punta il dito contro il governo e la gestione scellerata del dossier Taranto, con Arcelor Mittal che ha annunciato di voler abbandonare lo stabilimento avanzando un "recesso giustificato" dalla cancellazione dello scudo penale approvato lo scorso ottobre. "Già nel precedente governo avevamo dovuto dare battaglia per contrastare l'ideologia dei 5 Stelle - ricorda Salvini -. Nei giorni scorsi, col voto anche del Pd e dei renziani, è stato tolto lo scudo penale e ora la frittata è fatta". 

Leggi anche: "L'Italia perde l'Ilva e questi infami...". Becchi atomico contro il governo

Non c'entra però solo la mentalità da "decrescita felice" dei grllini. Il leader della Lega ci vede del marcio, parlando di "dilettanti, incapaci o venduti". Perché "se l'acciaio non lo produci in Italia - è il ragionamento di Salvini -, lo devi andare a comprare altrove. Da chi? A che prezzo? Non vorrei che si trattasse dell'ennesimo favore all'Europa...". In primis, alla Germania leader nella produzione siderurgica. "Dopo i porti aperti", conclude Salvini, un altro esempio di un governo inginocchiato davanti a chi comanda in cambio di spiccioli.

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news