Cerca

Il ricordo commosso

Sparatoria Trieste, Mattarella ricorda i due agenti uccisi: "Servitori dello Stato e della nostra comunità"

5 Ottobre 2019

1

Giornata emozionante quella vissuta dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Portici, in vista della celebrazione per i 180 anni della linea ferroviaria Napoli-Portici, la prima infrastruttura ferroviaria italiana, che venne inaugurata da Ferdinando II di Borbone il 3 ottobre del 1839.

Durante la cerimonia, Mattarella è intervenuto, dedicando un commovente ricordo e omaggio ai due poliziotti uccisi nella nota sparatoria di Trieste, Matteo Demenego e Pierluigi Rotta: "La nostra vita procede e si sviluppa attraverso l'azione quotidiana di tante persone sconosciute, servitori dello Stato e della nostra comunità, come i due agenti della Polizia di Stato assassinati a Trieste". 

Leggi anche: Trieste, i poliziotti uccisi in Questura quasi un "omicidio di Stato": la vergogna della fondina di cartone

Al che, è partito un lungo e scrosciante applauso da parte del pubblico per commemorare i due agenti e che Mattarella ha sottolineato così: "Questo applauso di affetto, di riconoscenza, di dolore, esprime il sentimento del nostro Paese per quanto avvenuto a Trieste".

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • datomas

    06 Ottobre 2019 - 12:12

    rifiutare la scorta a tutti I politici e I parassiti di regime .Questa la souzione

    Report

    Rispondi

ultime news