Cerca

Decisioni

Beatrice Lorenzin entra nel Pd, schiaffo a Matteo Renzi: "Perché non scelgo Italia Viva"

19 Settembre 2019

3

Che botta per Matteo Renzi, il quale incassa un primo, sostanziale, gran rifiuto. Si parla di Beatrice Lorenzin, ministro della Sanità ai tempi del governo del rottamatore, quando faceva parte di Ncd. Già, perché la Lorenzin ha deciso di entrare nel Pd, snobbando così la nuova creatura politica di Renzi, Italia Viva. Interpellata sulle ragioni della scelta, ha spiegato di farlo perché "rafforzare i dem allargando il campo dei moderati è l'unico modo possibile per fermare Matteo Salvini". Inoltre, non nega di avere avuto "contatti diretti" con Renzi, ma "alla fine, dopo aver riflettuto a lungo, ho fatto la scelta a mio parere più giusta rispetto al percorso che ho fatto in questi anni". Se si considera che Renzi ha spiegato di aver dato vita a questa esperienza politica proprio per fermare il leader della Lega, il fatto che la Lorenzin insista sul fatto che il Pd sia l'unica via per raggiungere questo obiettivo, per l'ex premier,è un clamoroso colpo basso. Il nuovo ingresso è stato salutato con soddisfazione da Nicola Zingaretti: "Sono molto contento dell'iscrizione al Pd di Beatrice Lorenzin che proviene e rappresenta culture politiche moderate e riformiste. Benvenuta e grazie. Una scelta che fa del Pd un partito sempre più forte, plurale, aperto e incisivo", ha concluso il segretario.

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • erminior

    20 Settembre 2019 - 13:01

    Renzi ha perso un affare. Io direi che fortuna.

    Report

    Rispondi

  • orbet

    19 Settembre 2019 - 17:05

    questi se la suonano e se la cantano da soli. La politica di questo paese e' diventata come la porta girevole di un Hotel, per escort.Li sul colle il siculo che dice?

    Report

    Rispondi

  • Zuma1956

    19 Settembre 2019 - 14:02

    Notizia drammatica per tutti meno che per il PD. La Lorenzin porterà con se i milioni di voti dei suoi elettori tradizionali e i miliardi di voti di chi ha potuto apprezzarla nel suo lavoro di ministro della salute e di transumante dei partiti. Rendiamo grazie a Berlusconi che ce l’ha messa sulla schiena.

    Report

    Rispondi

ultime news