Cerca

Il presidente del Consiglio

Giuseppe Conte, il discorso per la fiducia è un attacco a Matteo Salvini: "Useremo un lessico rispettoso"

9 Settembre 2019

17

Giuseppe Conte ha aperto il suo discorso per la fiducia alla Camera con un nuovo attacco a Matteo Salvini. Senza mai nominarlo il premier ha fatto bene capire che l'obiettivo di questo governo giallo-rosso è cancellare il leader della Lega: "Con l’intervento di oggi si apre una nuova e risolutrice stagione riformatrice". "Equilibrio e misura, sobrietà e rigore", annuncia a Montecitorio, "affinché i cittadini possano guardarci con rinnovata fiducia", "adopereremo un lessico più rispettoso".

"È un progetto politico di ampia portata anche culturale, vogliamo lasciarci alle spalle le dichiarazioni roboanti", attacca ancora Conte. "Prendiamo l'impegno a curare le parole e a utilizzare un lessico più consono e rispettoso". E sembra pure rinnegare il contratto tra Lega e M5s: "Il programma non è l'elencazione di proposte eterogenee che si sovrappongono, né la sommatoria delle diverse posizioni politiche che sostengono questa iniziativa. È, al contrario, una sintesi programmatica che disegna l'Italia del futuro, un progetto di governo del Paese fortemente collocato sul piano politico".

Legislatura - Una prospettiva, quella del presidente del Consiglio, duratura: "Questa è la nostra visione, che si sviluppa su un orizzonte temporale ampio, che finisce per abbracciare l’intero arco della legislatura". Primo tra tutti gli obiettivi - dice - il taglio ai parlamentari: "La riforma dovrà essere affiancata da un percorso volto a incrementare le garanzie costituzionali e di rappresentanza democratica, anche favorendo l’accesso democratico alle formazioni minori e assicurando il pluralismo politico e territoriale. In particolare, occorrerà avviare un percorso di riforma, quanto più possibile condiviso in sede parlamentare, del sistema elettorale". 

Autostrade - Conte ricorda poi la tragedia del ponte Morandi e annuncia in aperta polemica con il Pd: "Quanto al procedimento in tema di concessioni autostradali avviato a seguito del crollo del ponte Morandi, questo governo porterà a completamento il procedimento senza nessuno sconto per gli interessi privati, avendo quale obiettivo esclusivo la tutela dell'interesse pubblico e, con esso, la memoria delle 43 vittime, una tragedia che rimarrà una pagina indelebile della nostra storia patria".  

Patto di stabilità - Conte aggiunge, sulla linea di Sergio Mattarella che "è essenziale migliorare le politiche e rafforzare gli strumenti e la governance economica dell'Unione europea per favorire la crescita, l'innovazione, la sostenibilità sociale e ambientale, la coesione interna e la competitività nel quadro delle sfide globali". Quindi "il governo si impegnerà nelle sedi europee per realizzare un piano di investimenti sostenibili, per riformare l'Unione economica e monetaria e l'unione bancaria, a partire dall'istituzione di un bilancio dell'area euro, di uno schema di assicurazione europeo contro la disoccupazione e di una garanzia europea dei depositi". In questo quadro, conclude il premier, "occorre anche migliorare il Patto di stabilità e di crescita e la sua applicazione, per semplificarne le regole, evitare effetti pro-ciclici, e sostenere gli investimenti a partire da quelli legati alla sostenibilità ambientale e sociale".

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    09 Settembre 2019 - 15:03

    Vergognosa performance di un saltimbanco che, dopo aver collaborato per 14 mesi con Salvini condividendone tutti i provvedimenti, improvvisamente decide di schierarsi all'opposto e parla da scostumato senza ritegno. Da burattino di Di Maio, a burattino del nefasto trio Papa-Merkel-Macron. Firmato: un elettore di centrodestra non salviniano.

    Report

    Rispondi

  • Stralunato

    09 Settembre 2019 - 15:03

    Uno che riesce a attaccare Salvini senza mai nominarlo è un autentico fenomeno. O forse l'ha attaccato ignorandolo ? O forse il titolo non c'entra niente con il contesto ?

    Report

    Rispondi

  • berobero66

    09 Settembre 2019 - 13:01

    Tra "Conte il cialtrone" e "Renzo il cazzaro" nessuna differenza. Stessa faccia.....stessa razza.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news