Cerca

La frittata ribaltata

Matteo Salvini e la crisi, il grillino Stefano Buffagni tocca il fondo: "I leghisti hanno bisogno di soldi"

12 Agosto 2019

0

Contro Matteo Salvini vale tutto. Con la crisi ormai alle porte, il Movimento 5 Stelle accende il ventilatore e inizia a spargere fango. Luigi Di Maio, davanti ai parlamentari grillini riuniti per decidere le strategie, parla di un incontro imminente tra il leader leghista e Silvio Berlusconi e di un Salvini "pronto a svendere la Lega" come accaduto 20 anni fa. Alfonso Bonafede parla di "tradimento degli italiani" e di "menzogne sul M5s partito del no". Ma il peggio, nel senso opposto, lo registra Stefano Buffagni, sottosegretario e fedelissimo di Di Maio. 

Leggi anche: "Salvini? Lo chiamano capitano, ma...". Di Maio, la frase "rubata" davanti ai grillini

Vari retroscena sostengono che Salvini sia pronto a presentare le dimissioni sue e degli altri ministri leghisti per accelerare la crisi. E il 5 Stelle Buffagni che fa? A fronte di molti dei suoi colleghi di partito contrari alla fine della legislatura, e disposti a governare con il Pd pur di non andare a casa, il big pentastellato rovescia la frittata. Siccome i ministri leghisti non hanno ancora lasciato, Buffagni incalza: "Sono attaccati alle poltrone, forse hanno debiti e hanno bisogno di entrate". Accusa facilmente ribaltabile.

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news