Cerca

Vicepresidente

Mara Carfagna, trionfo alla Camera: Geppi Cucciari la presenta così, applausi e standing ovation

20 Maggio 2019

2

"Abituata a gestire i deputati con la grazia di una fatina e la fermezza di un reggimento di carabinieri a cavallo". Mara Carfagna viene presentata così da Geppi Cucciari, prima del suo intervento a Montecitorio davanti a centinaia di bambini e studenti provenienti da tutta Italia. Insieme al presidente della Camera Roberto Fico, la vicepresidente ed esponente di spicco di Forza Italia ha lanciato messaggi importanti in occasione dell'iniziativa Processo a Pinocchio, spettacolo teatrale realizzato da Unicef Italia e ispirato alla Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Per lei, in 5 minuti di intervento, tre applausi e una standing ovation finale (nel video, dal minuto 12'20")



"Se potessi scenderei e verrei ad abbracciarvi tutti, uno per uno, per incoraggiarvi a inseguire i vostri sogni finché non diventano realtà - ha spiegato ai suoi giovani ascoltatori -. Non arrendetevi davanti agli ostacoli, non abbassate mai la testa quando i vostri diritti sono calpestati, fatevi rispettare, pretendete rispetto ma imparate a rispettare altrettanto i vostri doveri, a prendervi le vostre responsabilità, a essere leali, coraggiosi, generosi, a difendere sempre i più deboli e a rispettare gli altri. Siate sempre i primi a tendere la mano ai vostri amici quando li vedete in difficoltà, senza fare differenze". "Quando davanti a voi, o tra di voi, dovesse consumarsi un'ingiustizia - ha proseguito la Carfagna -, non siate mai indifferenti. Abbiate il coraggio di dire no. E anche se il vostro gruppo, la vostra comitiva, dovesse far finta di nulla, siate voi ad indicare la strada che vi sembra più giusta e più corretta da seguire. Siate coraggiosi e giusti. E per fare questo, provate a mettervi sempre nei panni di chi subisce un'ingiustizia". 


La Carfagna ha dedicato il suo discorso alla piccola Noemi, la bimba ferita a Napoli in una sparatoria in pieno giorno. "Rendo onore alla forza della sua vita, al coraggio dei suoi genitori, e a tutta la Napoli onesta, dal cuore grande, che si è stretta intorno a questa famiglia. Che tu possa guarire e dimenticare, Noemi, che tu cresca circondata dall'amore e dalla tenerezza, e che lo Stato si adoperi con ogni mezzo perché l'orrore che hai attraversato sia punito con rigore e estrema severità. Perché non si ripeta. Non si ripeta mai più. E presto possa venire qui a illuminare quest'Aula con il suo sorriso, come state facendo voi oggi".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17'

    20 Maggio 2019 - 19:07

    Ma che è questa pagliacciata???

    Report

    Rispondi

  • Anna 17'

    20 Maggio 2019 - 19:07

    Ma non si può far starnazzare questa ciociari, impunemente. Mandatela a casa questa stupida ed inutile sinistra.

    Report

    Rispondi

ultime news