Cerca

Sfida governativa

Matteo Salvini picchia duro sulla Ue: "Affama i popoli", altra bordata contro Luigi Di Maio

15 Maggio 2019

1

Guerra continua, guerra infinita tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio, il capetto grillino che ora finge di indossare i panni del moderato. Nella serata di martedì, il leader M5s ha infatti intimato al teorico alleato di smetterla "con le sparate", cavalcando la crescita dello spread (di appena 4 punti base). Parole, quelle di Di Maio, che non sfiorano neppure il vicepremier leghista, che non fa attendere più di tanto la sua piccata e indiretta risposta: "Rivedere i vincoli imposti dalla Ue è un dovere", afferma a margine dell'assemblea annuale di Rete imprese. "Io voglio dar lavoro agli italiani. Se ci sono delle regole europee che stanno affamando un continente, portando precarietà, disoccupazione e povertà come se fosse normale, queste regole vanno cambiate - taglia corto il ministro dell'Interno -. Rivedere questa gabbia europea non è un diritto, ma un dovere. Vedrete che il voto di tutti i popoli esprimerà questa voglia di fiducia, lavoro, di investire sui giovani", conclude Salvini.

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • speranzoso96

    15 Maggio 2019 - 14:02

    Salvini ha ragione questa Europa non appartiene ai cittadini. É solo una unione monetaria con regole che soffocano le economie più deboli. Ci sono troppi burocrati che emanano leggi inutili. Il parlamento europeo è un inno agli sprechi. Basta solo pensare alle due sedi Bruxelles e Strasburgo. Per tanti motivi questa Europa non ha senso se non si crea una politica estera comune ecc. ecc.

    Report

    Rispondi

ultime news