Cerca

Aiutatelo

Matteo Salvini, il delirio di Carlo Calenda contro il ministro leghista: perché si deve dimettere

6 Maggio 2019

6

L'ex ministro del Pd Carlo Calenda ha chiesto, ancora una volta, le dimissioni di Matteo Salvini da ministro dell'Interno. La colpa del leader della Lega, secondo Calenda, è quella di non aver interrotto la campagna elettorale per le elezioni Europee, dopo che a Napoli una bambina è rimasta ferita durante una sparatoria.

Così il piddino Calenda approfitta di una tragedia come quella della piccola Noemi per dare addosso al ministro leghista, eppure secondo lui è Salvini quello che non ha dignità istituzionale: "Con una bambina in fin di vita, Salvini ha deciso di non sospendere la campagna elettorale. È andato a Forlì, scimmiottando Benito Mussolini, e ha detto che i camorristi si sparassero pure". Secondo Calenda: "Salvini non ha nessuna dignità istituzionale, io credo che si debba dimettere".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • swiller

    07 Maggio 2019 - 03:03

    Calendar è peggio del peggior criminale.

    Report

    Rispondi

  • bellissima

    06 Maggio 2019 - 21:09

    I sinistrorsi non hanno ancora capito che piuttosto che avere sempre un nemico da combattere farebbero meglio a fare una opposizione positiva e costruttiva argomentata. E chi ha orecchie per intendere intenda.

    Report

    Rispondi

  • bellissima

    06 Maggio 2019 - 21:09

    Calenda sei politicamente fallito e non sapendo cosa dire, apri la bocca e spari cassate. La responsabilità morale di quanto accaduto a Napoli, purtroppo, è colpa della tua sinistra buonista e non di chi chiede ordine e legalità. Cambia argomentazioni se ne hai.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news