Cerca

Ovazione

DiMartedì, Alessandro Sallusti umilia Pierluigi Bersani: "Morto in diretta", il colpo al cuore

26 Settembre 2018

3

"Una domanda a Pierluigi Bersani: come fa a dire che i grillini non sono il problema quando la sua carriera è morta in streaming nel 2013?". Alessandro Sallusti, in collegamento con Giovanni Floris a DiMartedì, infierisce su un già dimesso ex segretario del Pd ricordandogli la figura miserrima delle consultazioni post-elezioni, quando "non Grillo, non Di Maio o Di Battista - sottolinea il direttore del Giornale - ma due sconosciuti (Roberta Lombardi e Vito Crimi, ndr) la ridicolizzarono in diretta".




Bersani, ospite in studio a La7, prima incassa poi reagisce: "La mia carriera è morta con i 101 franchi tiratori (quelli del Pd che poche settimane dopo fecero saltare l'accordo per portare Romano Prodi al Quirinale, ndr). E poi i grillini ancora oggi mi fanno tenerezza. Allora io volevo far mettere a verbale che i 5 Stelle erano immobilizzati, non potevano né sapevano che fare". Un gesto da kamikaze, in pratica.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17'

    09 Ottobre 2018 - 09:09

    Ieri sera ho seguito Bersani da Porro in tv. Mi ha fatto pena, tutto teso, nervoso s'arrampicava sui vetri sia di sinistra, normale, ma anche di destra, pur di avere qualche consenso. Non sapeva più cosa dire, sbavava. Una figura ed un uomo penoso come quel che ha rappresentato e rappresenta.

    Report

    Rispondi

  • dagoleo

    27 Settembre 2018 - 08:08

    Si ma oggi i grillini hanno il 27% e governano ed il PD ha meno del 18% in calo irrefrenabile.

    Report

    Rispondi

  • Boremetti

    Boremetti

    26 Settembre 2018 - 22:10

    Lo sapeva Bersani sicuramente. Voleva smacchiare il Giaguaro. E stato messo in ammollo poi buttato nell immondizia

    Report

    Rispondi

ultime news