Cerca

Alla faccia di Asselborn

Matteo Salvini, l'impensabile retroscena: "Cosa mi dicono a microfoni spenti i ministri europei"

16 Settembre 2018

4

Metà Europa insulta Matteo Salvini. Ma a microfoni spenti, cambia la musica. "Nove volte su dieci - rivela Matteo Salvini secondo un indiscreto del Giornale - si avvicinano parlamentari, ministri, presidenti, commissari europei e dicono Finalmente c'è stato uno scossone, magari l'Europa si sveglia". È questo a infondere coraggio al vicepremier, insieme ai sondaggi che danno la Lega oltre il 30% e l'appoggio popolare sulle misure più contestate (dalla Diciotti e lo stop all'immigrazione irregolare, fino al braccio di ferro con la magistratura sui fondi del Carroccio e a quello con l'Europa sui margini di manovra.

Leggi anche: "Di quale sindrome soffre". Claudio Martelli, siluro socialista su Salvini




"Più mi indagano e più mi attaccano e più mi danno forza", ripete. E in fondo, dal vergognoso siparietto del ministro lussemburghese Joan Asselborn che venerdì a Vienna lo ha interrotto per sputare veleno sui migranti italiani e la nostra storia, a uscire vincitore è stato ancora una volta il furbo, pacatissimo Salvini.

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcadabollo

    18 Settembre 2018 - 14:02

    Quella del governo europeo, e' una massa di pistola, se non avessero quel lavoro non sanno raddrizzare un chiodo. Spero affoghino nella loro melma anche se per me sarà dura rialzarmi ma anche per loro il culo gli stara' a terra.

    Report

    Rispondi

  • Mlannes

    18 Settembre 2018 - 13:01

    Grande Matteo fagli un mazzo così A sti burocrati europei È appena si può mandiamo l'Europa a cagare Autarchia!!!!

    Report

    Rispondi

  • Antonio blaki

    17 Settembre 2018 - 16:04

    Grande Matteooo!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news