Cerca

Su la testa

Giuseppe Conte, il retroscena-bomba: "Ha fatto tutto da solo", l'ira del Movimento 5 Stelle

16 Settembre 2018

0

Il ruggito di Giuseppe Conte. Secondo vari retroscena, il premier avrebbe deciso di prendersi la scena imponendo al governo il decreto sulla ricostruzione del ponte Morandi, ancora "monco". Ma Conte voleva presentarsi ai genovesi, nel giorno delle commemorazioni a un mese dalla strage del 14 agosto scorso, con qualcosa in mano, ancorché incompleto e solo simbolico. L'accelerazione sul decreto, che il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli aveva messo in cantiere per qualche giorno dopo, ha sollevato le reazioni stizzite sia di Lega sia di Movimento 5 Stelle.

Per approfondire leggi anche: Capito il "premier per caso"? Il sondaggio che fa godere Conte: padrone d'Italia



"Ma io perché domani devo andare a votare un decreto di cui non so nulla?", sarebbe stato lo sfogo di Matteo Salvini la sera prima dell'annuncio del decreto, secondo un retroscena del Corriere della Sera. Irritato anche Luigi Di Maio, che non ha partecipato, come Salvini, alla presentazione alla stampa del "decreto fantasma". Dalla Lega confermano "totale fiducia nei confronti del premier, anche e soprattutto a proposito delle scelte del governo a proposito di Genova. Chi parla di divisioni cerca, per l'ennesima volta, di crearne dove non esistono". Ma i malumori, soprattutto nel Movimento 5 Stelle, ci sono. D'altronde, sono stati i grillini a cavalcare mediaticamente la questione Genova, con Benetton e Autostrade per l'Italia come principali argomenti elettorali. E lo sprint di Conte peraltro coincide con la raffica di gaffe mediatiche di Toninelli, l'uomo che sul ponte Morandi, tra i 5 Stelle, più ci sta mettendo la faccia, a costo di perderla. E restano le tensioni sul punto ancora da decidere, la scelta del commissario alla ricostruzione del viadotto. Qui è la Lega a pretendere una scelta concordata, contro le tentazioni dei grillini di fare da soli ed escludere dalla partita gli esponenti liguri del centrodestra, come il governatore Giovanni Toti e il sindaco di Genova Bucci.

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news