Cerca

cifre sconvolgenti

Coronavirus, il microbiologo Rino Rappuoli: "Peggio della Sars, ogni quanto raddoppiano i casi"

10 Febbraio 2020

1

Sono 910 i morti del coronavirus. Numero che supera nettamente quello delle vittime dell'epidemia Sars se si considera anche che i contagiati - secondo le autorità cinesi - sono circa 34.500. Eppure per molti questi dati non sono del tutto corretti. Modelli dell'Imperial College di Londra e dell'Università di Hong Kong, citati dal professor Rino Rappuoli dell'ateneo britannico, infatti, indicano che il numero dei contagiati potrebbe essere molto più alto di quello ufficialmente dichiarato.

Già lo scorso 28 gennaio, riporta il Giornale, secondo i calcoli dell'Imperial College, gli infettati dovevano essere circa 75mila, e in base ai modelli disponibili sull'indice di infettività "i casi dovrebbero raddoppiare ogni 6,4 giorni, quindi dovrebbero esserci molte più persone infettate rispetto ai dati ufficiali" secondo il microbiologo. Oggi, dunque, questi dovrebbero essere più di 150mila, 200mila o 300mila. "E io - conclude Rappuoli - non so se queste informazioni i cinesi le abbiano".

Fonte video della task force per gli aeroporti italiani: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • punk1965

    10 Febbraio 2020 - 09:32

    L'epidemia della SARS è durata quasi sei mesi e ha fatto 714 morti nel mondo, il 2019nCoV in 40 giorni ne ha già fatti 910 quelli guariti sono 2.246. A prescindere sè quelli infetti siano 42.612 o 500.000 la percentuale di morti è al 36% fra quelli che guariscono e quelli che muoino, visto che la pandemia è ancora in piena evoluzione. Nn è per fare allarmismo, puttroppo i numeri sono questi.

    Report

    Rispondi

ultime news