Cerca

Il caso in Cassazione

Matteo Salvini e Giovanni Brusca: "Assassino di mafia fuori dal carcere? Scherziamo? Galera a vita"

7 Ottobre 2019

3

Il killer di Cosa Nostra Giovanni Brusca, condannato per la strage di Capaci, ha fatto ricorso in Cassazione per chiedere gli arresti domiciliari. Come anticipato dal Corriere della Sera, l'udienza si svolge stamani a porte chiuse, senza la presenza dei difensori che hanno mandato memorie scritte. Il verdetto si saprà domani, ma le proteste sono già veementi a cominciare da quella di Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni Falcone che in quella strage venne ucciso insieme agli agenti della scorta: "Brusca non merita altri benefici". 

Durissimo anche Matteo Salvini, che via social ribadisce il suo no: "Un assassino, un mafioso libero di tornare a casa? Ma stiamo scherzando? In galera fino alla fine dei suoi giorni, non facciamo rivoltare nelle loro povere tombe i troppi morti per mano della mafia". "Fare uscire Brusca dal carcere sarebbe disumano - prosegue Salvini in diretta su Facebook -. Chi toglie una persona al padre, alla madre, alla moglie, ai figli, merita di tornare a casa? No. In galera fino all'ultimo giorno, lavorando".


Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Carlito58

    07 Ottobre 2019 - 14:02

    questo non esce finchè campa ..... visto che ha toccato uno di loro. .... Quando vogliono la sanno applicare la legge .... altro che .....

    Report

    Rispondi

  • Emigrante 48

    07 Ottobre 2019 - 12:12

    Il problema non è soltanto "umano" o umanitario. E' quella di una ripresa dell'attività criminale, cui certamente gli arresti "domiciliari" non sono di ostacolo

    Report

    Rispondi

  • David58

    07 Ottobre 2019 - 12:12

    in un paese normale .... avrebbe preso 700 anni ... altro che uscire

    Report

    Rispondi

ultime news