Cerca

Antagonisti

No-Tav, marcia in Valsusa: "Dal M5s solo balle", polizia in allerta

27 Luglio 2019

0

È partita la marcia No Tav. Il corteo proseguirà dal campeggio di Venaus fino a raggiungere la "zona rossa" di Chiomonte. Una manifestazione pacata, come l'ha definita il suo leader Alberto Perino: "Chi oggi tira una pietra, una castagna o qualunque ca***ta sappia che lo fa solo per fare un regalo a Salvini, non certo per i No Tav" è stato il suo chiaro messaggio.
Nel mirino dei manifestanti non solo il leader leghista ma anche i 5 Stelle, accusati di aver tradito la causa No Tav che avevano sposato fin dalla nascita del Movimento.

Leggi anche: Toninelli messo all'angolo anche dai 5 Stelle: così meditano di farlo fuori

Questa notte infatti dal ministero di Toninelli è giunta all'Ue la lettera che conferma l'impegno a terminare la linea dell'Alta velocità Torino-Lione. Ora manca solo la firma dell'esponente grillino. "Comunichiamo che non ci facciamo prendere in giro e non si farà prendere in giro da nessuno. Diciamo a tutti i politici, M5S in primis, che i loro giochi di potere e di poltrone non ci interessano. Dopo le parole di chi in campagna elettorale aveva promesso che la Tav non si sarebbe fatta ci ritroviamo a dover sentire stupidaggini a mezzo stampa su costi e opportunità. Non ci sono governi amici, ma non significa che in molti non sperassimo che ci fosse una vittoria. Siamo in tanti a far sentire la nostra voce con forza e determinazione. Non accettiamo intimidazioni. Fermare la Tav tocca a noi" hanno tuonato i No Tav.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news