Cerca

Tragedia nel Palermitano

Maltempo in Sicilia, sterminate due famiglie: dieci morti tra cui due bambini

4 Novembre 2018

1

Dieci morti per il maltempo nel Palermitano. La furia dell'acqua e del fango ha ucciso ieri 3 novembre un uomo a Vicari, mentre nove persone, tra cui due bambini, sono morte a Casteldaccia. La villetta di contrada Dagali Cavallaro in cui si trovavano è stata travolta dal fango dopo che il fiume Milicia è esondato. All'interno dell'abitazione, poco prima della tragedia c'erano dodici persone, due nuclei familiari. I morti sono due bimbi di uno e tre anni, un ragazzo di 15 anni e 6 adulti. Un uomo è riuscito a salvarsi arrampicandosi su un albero posto nelle immediate vicinanze della villetta, mentre altre due persone, un adulto e una bambina, al momento della esondazione non erano presenti in casa in quanto si erano allontanati poco prima per effettuare una commissione. Sul posto sono accorsi Vigili del fuoco, Carabinieri e Polizia che hanno transennato tutta la zona. E' arrivato all'alba anche il medico legale.

La Procura di Termini Imerese (Palermo) ha aperto un'inchiesta sulla tragedia di Casteldaccia. Al momento il fascicolo è contro ignoti e senza ipotesi di reato. Sul posto oggi, come apprende l'Adnkronos, il Procuratore di Termini Imerese Ambrogio Cartosio con un sostituto procuratore della Repubblica. I pm attendono la relazione della Polizia giudiziaria per ulteriori sviluppi dell'inchiesta.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    04 Novembre 2018 - 15:03

    Nessuno deve approfittare d'una tragica circostanza per avvantaggiarsene. Quando poi ci sono di mezzo i bambini ... Un insegnamento però è giusto sia tratto: le regole devono essere sempre rispettate, anche quando scomode o ingiuste, poiché l'anarchia provoca inevitabilmente guai a chi la pratica ed a chi la subisce. Non ne voglio approfittare, ma l'insegnamento ai nostri politici è doveroso.

    Report

    Rispondi

ultime news