Cerca

Venti di guerra

Iraq, Donald Trump fa uccidere il generale iraniano Soleimani. Raid nella notte, Teheran: "Stupida escalation"

3 Gennaio 2020

5

Venti di guerra in Iraq. Nella notte un raid americano ha ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani nella capitale Baghdad. Il Pentagono ha annunciato l'operazione militare specificando di aver agito "su istruzioni del presidente" Donald Trump, che ha "commentato" a modo suo su Twitter il successo pubblicando la foto di una bandiera americana. Nel comunicato dei vertici militari Usa si parla di "decisa azione difensiva" per "proteggere il personale americano all'estero", dal momento che il generale iraniano, famosissimo in patria, era considerato il coordinatore delle sommosse popolari che hanno portato centinaia di iracheni ad assaltare l'ambasciata americana a Baghdad negli scorsi giorni.

Secondo quanto ricostruito dalla milizia paramilitare filoiraniana Hashd Shaabi, anche nota come Forze di Mobilitazione Popolare, il raid che ha ucciso il generale Soleimani, comandante della forza Quds, unità speciale del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica iraniana responsabile delle operazioni al di fuori del paese, ed ha ucciso il numero 2 della milizia irachena sciita, Abu Mahdi al-Mohandes, ha preso di mira il loro veicolo sulla strada per l'aeroporto internazionale di Baghdad. Secondo il Pentagono Soleimani stava "attivamente mettendo a punto piani per colpire i diplomatici americani e uomini in servizio in Iraq e in tutta la regione". Lo stesso Soleimani è considerato responsabile della morte di centinaia di militari della coalizione e di americani e di aver "orchestrato" l'attacco del 27 dicembre che ha ucciso un cittadino statunitense. Ovviamente durissima la reazione di Teheran. "Un atto terroristico" e una "stupida escalation", così il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif ha definito su Twitter l'omicidio del generale, fatto "estremamente pericoloso". "Sugli Stati Uniti ricade la responsabilità di tutte le conseguenze di questo avventurismo criminale", ha scritto, descrivendo Soleimani come "la più efficace delle forze che hanno combattuto" l'Isis, al Qaeda e il gruppo al-Nusra.

Nel video, il raid americano a Baghdad per uccidere Qassem Soleimani

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcadabollo

    03 Gennaio 2020 - 21:29

    l'Italia il suo ruolo piu'forte e principale é quello delle sardine. Oltre a quello non é capace di fare nulla. In Libia, siamo andati a costruire autostrade e urbanizzare, ora arrivano gli ottomanni e danno un calcio nel sedere ai nostri pirla di politici. Forse meglio cosi', anche perche' non abbiamo le palle per fare una guerra vera.

    Report

    Rispondi

  • claudioarmc

    03 Gennaio 2020 - 12:45

    Grande Trump, mica come quegli schifosi di Clinton e Obama che bombardavano e uccidevano in Libia perchè ormai Gheddafi era debole ed hanno lasciato avanzare il programma nucleare iraniano

    Report

    Rispondi

  • marcadabollo

    03 Gennaio 2020 - 12:12

    come no, l ' Irano con i terroristi non ci ha mai avuto a che fare vero??? ognuno tira l' acqua al suo mulino.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news