Cerca

al voto

Seggi aperti in Israele, è sfida aperta tra Gantz e Netanyahu

9 Aprile 2019

0

Seggi aperti in Israele, dove oltre 6 milioni di elettori sono chiamati alle urne per eleggere la nuova Knesset, formata da 120 membri, e dare un verdetto sulla sorte politica di Benjamin Netanyahu. Il primo ministro, che insegue un quinto mandato con la spada di Damocle delle accuse di corruzione, affronta la principale sfida da diversi anni a questa parte. I sondaggi lo danno in svantaggio, ma probabilmente in migliore posizione per formare una coalizione, necessaria - sempre secondo i sondaggi - per entrambi i principali partiti in lizza. 

La principale questione della campagna elettorale è il coinvolgimento di Netanyahu in tre casi di corruzione, che hanno dato slancio al nuovo partito Blu e Bianco guidato dall'ex capo dell'esercito Benny Gantz. "Sono onorato di mettermi a servizio di Israele - ha detto Gantz durante il voto - sono onorato di impegnarmi per il bene dei cittadini su una nuova via. Dobbiamo rispettare la democrazie a chiedere un voto rispettoso e pacifico da parte di tutti". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news