Cerca

Caos a Strasburgo

Elisabetta Gardini, bagarre in aula con Cecile Kyenge: "Ringrazia l'Italia che ti ha accolta"

4 Luglio 2018

1

"Sono sconcertata, stiamo strumentalizzando il dibattito europeo per delle tematiche italiane". Elisabetta Gardini è una furia al Parlamento europeo dove i deputati italiani della sinistra stanno dibattendo delle questioni - immigrati e rom -  che sono al centro della cronaca di questi giorni nel nostro Paese. La Gardini, ad un certo punto attacca l'ex ministro Cecile Kyenge: "Cari signori della sinistra voi strumentalizzate. E' una vergogna, Kyenge dica qualche volta grazie al Paese che l'ha accolta e che l'ha fatta ministro".

Ma la Kyenge si è a sua volta infuriata e ha urlato: "Non si deve permettere di arrivare qui a dire queste cose. Io sono una cittadina europea. Chiedo che vengano esaminate le sue parole". 

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Schwefelwolf2

    10 Luglio 2018 - 14:02

    La signora Kyenge ha un passaporto italiano: ma un timbro non cambia il patrimonio genetico. Lei è una congolese che detiene - a quanto sembra: legittimamente - una cittadinanza assegnatale da un altro Stato. Ha solo avuto - immeritatamente - la fortuna di capitare in uno Stato che regala la "nazionalità" al primo che sbarca e grida "asilo".

    Report

    Rispondi

ultime news