Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La gaffe

Puppato, colpo di caldo. E cade sulla Costituzione

La senatrice del Pd, Laura Puppato ha fatto capire di sentirsi quasi un eroina ad avere lavorato il 6 agosto fino alle dieci di sera con tutto il caldo che fa. Mercoledì 7 agosto ad Agorà l'eroina ha sostenuto che a quest'epoca dovrebbe essere in vacanza a riaversi dall'afa estiva, con il Senato chiuso. Subito dopo - forse per un colpo di calore -, la Puppato si è messa a straparlare sulla Costituzione. Ha sostenuto che il terzo comma dell'articolo 68 prevede la decadenza automatica di un parlamentare condannato definitivamente come Silvio Berlusconi. Non è vero, e in quell'articolo non c'è scritto nulla di simile. E' l'articolo 66 della Costituzione invece a stabilire che le camere "decidono" sulle sopraggiunte cause di ineleggibilità e incompatibilità, come quella di una sentenza passata in giudicato... La Puppato ha bisogno di una vacanza al fresco magari sui monti... Così potrà ripassarsi anche la Costituzione.

di Franco Bechis
@FrancoBechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400