Cerca

Al ristorante

Toghe a pranzo decidono il futuro del Cav - 2

0
La "grande abbuffata" prima della stangata. Queste immagini sono state "rubate" lo scorso 31 luglio, nel giorno delle arringhe difensive di  Franco Coppi e  Niccolò Ghedini, alla vigilia della sentenza della Cassazione nel processo Mediaset con cui  Silvio Berlusconi è stato fatto fuori per via giudiziaria: condanna a quattro anni di reclusione (di cui uno da scontare) e interdizione dai pubblici uffici da ridefinire, ma che oscillerà tra uno e tre anni. Al tavolo di un ristorante a pochi passi dal "Palazzaccio", ecco, tra gli altri, anche  Antonio Esposito, il presidente della sezione feriale di Cassazione, la toga che ha letto la sentenza e che nelle ultime ore, dopo  un'intervista goffamente smentita, è finito al centro delle polemiche del Pdl. I giudici chiacchierano e si riempiono la pancia. Si tratta di una sorta di Camera di consiglio anticipata, le toghe decidono il futuro del Cavaliere: da lì a poche ore avrebbero pronunciato la sentenza che sta terremotando le istituzioni e che, in qualche modo, può cambiare la storia politica di questo Paese.  Parte due.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news