Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La Zanzara

Vauro: "Piuttosto che votare M5s mi farei tagliare le p.."

Tra i personaggi famosi, in tanti hanno votato Beppe Grillo, ma non tutti. Uno di quelli che ci tiene a chiamarsi fuori dalla corsa a salire sul carro del vincitore è Vauro Senesi, il vignettista di Servizio Pubblico dichiaratamente comunista che ai microfoni de La Zanzara, ieri, martedì 12 marzo, ha dichiarato: "Piuttosto che votare M5s mi farei tagliare le palle". Al conduttore che, malignamente, gli fa notare come siano state persone diversissime tra di loro per estrazione sociale a votare Grillo, Vauro risponde: "Quando tu punti al 100% vuol dire che non hai un cazzo da dire. Io non credo che gli interessi dei disoccupati e degli esodati siano conciliabili con quelli dei manager e dei padroni". Il vignettista, indirettamente, paragona poi Grillo a Berlusconi: "Non sopporto più questi salvatori della patria, questi illuminati che siano unti dal singore o unti da Gaia o da Casaleggio". Vauro è incontenibile, sembra avere il dente avvelenato e alla fine rifila una stilettata anche ai neo eletti grillini: "La cosa che mi fa cascare le palle - ha dichiarato - è l'obbedienza zelante che questi due singori proprietari, nel senso letterale, del movimento, pretendono dagli eletti", ma il conduttore lo interrompe e chiede: "Quindi i parlamentari non contano un cazzo?". Vauro prima pare esitante, poi spara: "Io spero di tanti sbagliarmi, ma sono votati all'obbedienza: non parlano con i giornalisti, parlano solo i capigruppo. Dai deputati grillini sento solo dire queste sono le regole e noi le rispettiamo". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400